BOR

Richiedi Preventivo

Cosa deve contenere il cartello della videosorveglianza per essere conforme alle nuove linee guida?

Immagine in evidenza

L’attività di registrazione immagini derivante da impianti audiovisivi con possibilità di controllo remoto, è identificata con il termine Videosorveglianza e deve essere esercitata nel rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati personali.

L’impianto di videosorveglianza va installato quando altre misure si rivelano insufficienti e bisogna segnalarne la presenza con l’affissione di comunicazioni e/o cartelli di avvertimento al pubblico.

Prima di entrare nel dettaglio delle informazioni da inserire nei cartelli, è necessario chiarire che la finalità della videosorveglianza non è l’accertamento dei reati e la sicurezza pubblica, che resta di pertinenza degli organi giudiziari, quanto invece l’esercizio di un effetto deterrente verso comportamenti anomali.

Fai clic qui per approfondire l’argomento.

Sia che si tratti di un impianto destinato a sorvegliare un’area privata sia che si tratti di un’azienda, la normativa europea dispone che gli interessati debbano essere consapevoli del fatto che è in funzione un sistema di videosorveglianza.

Con l’entrata in vigore delle nuove linee guida cambia la modalità con cui devono essere comunicate alcune informazioni: è importante che siano accessibili e di facile comprensione.

Ti ricordo che, nell’installare telecamere sulla porta di casa, devi prestare attenzione a non inquadrare parti private non agilmente visibili da terzi, altrimenti rischi di essere denunciato per interferenza illecita nella vita privata. Non sei tenuto a esporre alcuna comunicazione che informi della presenza della telecamera.

Fai clic qui per approfondire.

Il discorso è diverso se le telecamere puntano sulla strada… Puoi installare un impianto di videosorveglianza, ma devi informare l’interessato della presenza di apparecchiature destinate alla registrazione delle immagini.

In sostanza tu sei Titolare del trattamento e sei obbligato a produrre un segnale di primo livello, ben visibile anche in assenza di luce e posizionato all’altezza degli occhi dell’interessato in modo che possa vederlo prima di entrare nell’area sorvegliata, e un’informativa di secondo livello per l’approfondimento.

Sul segnale di primo livello vanno indicati i seguenti campi, cui aggiungere le informazioni specifiche:

La registrazione è effettuata da:
Dettagli di contatto:
DPO:
Dettagli di contatto:
Le immagini saranno conservate per un periodo di:
Finalità della videosorveglianza:
Trasmissione di dati a terzi, in particolare se ubicati al di fuori dell’UE:

Alla parte testuale è opportuno abbinare icone per facilitare la comprensione dei segnali che fanno riferimento alla telecamera, alla durata di conservazione delle registrazioni, al collegamento con le forze dell’ordine.

In calce vanno indicati i diritti dell’interessato e le fonti dove reperire le informazioni di secondo livello, che dovrebbero essere facilmente disponibili anche in formato cartaceo.

Diritti dell’interessato: Come interessato al trattamento puoi rivolgerti al Titolare (i cui contatti sono riportati in apertura del presente cartello) per esercitare i diritti di accesso e cancellazione previsti dall’articolo 15 del GDPR 2016/679.


Ulteriori informazioni sono disponibili: 
(fornire un riferimento a una fonte digitale ad esempio, un codice QR o un indirizzo web.)

L’informativa di secondo livello deve essere disponibile sia in formato cartaceo, reperibile presso uno sportello o una reception, sia in digitale sotto forma di link o QR code.

Cos’è l’informativa di secondo livello?

La nota informativa di secondo livello è un documento dove sono elencate le informazioni inerenti i dati di contatto del titolare del trattamento, le finalità del trattamento e la base giuridica, i destinatari, il periodo di conservazione delle immagini registrate e i diritti dell’interessato.

Deve essere redatta in forma cartacea e tenuta a disposizione dell’interessato presso un punto di accesso, possibilmente posizionato prima delle apparecchiature.

La versione digitale può essere inserita in una pagina web, facilmente visionabile tramite link o un codice QR. Ci sono numerose piattaforme in rete, dove puoi generare gratuitamente il tuo QR Code, devi solo scegliere quella più comoda alle tue esigenze.

Fai clic qui per prendere visione di un fac-simile di nota informativa di secondo livello.

Scarica l’opuscolo in PDF.

Se ti è stato utile questo articolo condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sull’esclusivo servizio di portierato e guardiania virtuale che svolgiamo in Tele-presenza, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Compila il modulo e invia la richiesta

Summary
Cosa deve contenere il cartello della videosorveglianza per essere conforme alle nuove linee guida?
Article Name
Cosa deve contenere il cartello della videosorveglianza per essere conforme alle nuove linee guida?
Description
Con l’entrata in vigore delle nuove linee guida cambia la modalità con cui devono essere comunicate alcune informazioni, vediamo insieme...
Author
Publisher Name
BOR
Publisher Logo
Condividi su
Array
(
    [_edit_last] => Array
        (
            [0] => 1
        )

    [ao_post_optimize] => Array
        (
            [0] => a:6:{s:16:"ao_post_optimize";s:2:"on";s:19:"ao_post_js_optimize";s:2:"on";s:20:"ao_post_css_optimize";s:2:"on";s:12:"ao_post_ccss";s:2:"on";s:16:"ao_post_lazyload";s:2:"on";s:15:"ao_post_preload";s:0:"";}
        )

    [_bsf_post_type] => Array
        (
            [0] => 10
        )

    [_bsf_item_review_type] => Array
        (
            [0] => none
        )

    [_heateor_sss_meta] => Array
        (
            [0] => a:2:{s:7:"sharing";i:0;s:16:"vertical_sharing";i:0;}
        )

    [wpcr3_enable] => Array
        (
            [0] => 1
        )

    [wpcr3_hideform] => Array
        (
            [0] => 1
        )

    [wpcr3_format] => Array
        (
            [0] => business
        )

    [panels_data] => Array
        (
            [0] => a:3:{s:7:"widgets";a:3:{i:0;a:8:{s:6:"frames";a:5:{i:0;a:11:{s:24:"background_video_opacity";i:100;s:16:"background_image";i:16860;s:25:"background_image_fallback";s:0:"";s:16:"background_color";b:0;s:21:"background_image_type";s:5:"cover";s:16:"foreground_image";i:0;s:25:"foreground_image_fallback";s:0:"";s:3:"url";s:0:"";s:17:"background_videos";a:0:{}s:22:"loop_background_videos";b:0;s:10:"new_window";b:0;}i:1;a:11:{s:24:"background_video_opacity";i:100;s:16:"background_image";i:16861;s:25:"background_image_fallback";s:0:"";s:16:"background_color";b:0;s:21:"background_image_type";s:5:"cover";s:16:"foreground_image";i:0;s:25:"foreground_image_fallback";s:0:"";s:3:"url";s:0:"";s:17:"background_videos";a:0:{}s:22:"loop_background_videos";b:0;s:10:"new_window";b:0;}i:2;a:11:{s:24:"background_video_opacity";i:100;s:16:"background_image";i:16862;s:25:"background_image_fallback";s:0:"";s:16:"background_color";b:0;s:21:"background_image_type";s:5:"cover";s:16:"foreground_image";i:0;s:25:"foreground_image_fallback";s:0:"";s:3:"url";s:0:"";s:17:"background_videos";a:0:{}s:22:"loop_background_videos";b:0;s:10:"new_window";b:0;}i:3;a:11:{s:24:"background_video_opacity";i:100;s:16:"background_image";i:16863;s:25:"background_image_fallback";s:0:"";s:16:"background_color";b:0;s:21:"background_image_type";s:5:"cover";s:16:"foreground_image";i:0;s:25:"foreground_image_fallback";s:0:"";s:3:"url";s:0:"";s:17:"background_videos";a:0:{}s:22:"loop_background_videos";b:0;s:10:"new_window";b:0;}i:4;a:11:{s:24:"background_video_opacity";i:100;s:16:"background_image";i:15925;s:25:"background_image_fallback";s:0:"";s:16:"background_color";b:0;s:21:"background_image_type";s:5:"cover";s:16:"foreground_image";i:0;s:25:"foreground_image_fallback";s:0:"";s:3:"url";s:0:"";s:17:"background_videos";a:0:{}s:22:"loop_background_videos";b:0;s:10:"new_window";b:0;}}s:8:"controls";a:14:{s:8:"autoplay";b:1;s:5:"speed";i:800;s:7:"timeout";i:8000;s:13:"nav_color_hex";s:7:"#FFFFFF";s:9:"nav_style";s:4:"thin";s:8:"nav_size";i:25;s:5:"swipe";b:1;s:15:"unmute_position";s:9:"top_right";s:24:"so_field_container_state";s:4:"open";s:14:"autoplay_hover";b:0;s:23:"nav_always_show_desktop";b:0;s:22:"nav_always_show_mobile";b:0;s:6:"unmute";b:0;s:23:"background_video_mobile";b:0;}s:6:"design";a:5:{s:6:"height";b:0;s:11:"height_unit";s:2:"px";s:17:"height_responsive";b:0;s:22:"height_responsive_unit";s:2:"px";s:24:"so_field_container_state";s:4:"open";}s:12:"_sow_form_id";s:31:"37880157162b026e13294a492665187";s:19:"_sow_form_timestamp";s:13:"1655711841684";s:22:"so_sidebar_emulator_id";s:21:"sow-slider-1685910000";s:11:"option_name";s:17:"widget_sow-slider";s:11:"panels_info";a:7:{s:5:"class";s:31:"SiteOrigin_Widget_Slider_Widget";s:3:"raw";b:0;s:4:"grid";i:0;s:4:"cell";i:0;s:2:"id";i:0;s:9:"widget_id";s:36:"9eae30f8-f537-4f9b-b7d8-c399f6b3a026";s:5:"style";a:2:{s:27:"background_image_attachment";b:0;s:18:"background_display";s:4:"tile";}}}i:1;a:9:{s:5:"title";s:0:"";s:4:"text";s:7344:"

L’attività di registrazione immagini derivante da impianti audiovisivi con possibilità di controllo remoto, è identificata con il termine Videosorveglianza e deve essere esercitata nel rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati personali.

L’impianto di videosorveglianza va installato quando altre misure si rivelano insufficienti e bisogna segnalarne la presenza con l’affissione di comunicazioni e/o cartelli di avvertimento al pubblico.

Prima di entrare nel dettaglio delle informazioni da inserire nei cartelli, è necessario chiarire che la finalità della videosorveglianza non è l’accertamento dei reati e la sicurezza pubblica, che resta di pertinenza degli organi giudiziari, quanto invece l’esercizio di un effetto deterrente verso comportamenti anomali.

Fai clic qui per approfondire l’argomento.

Sia che si tratti di un impianto destinato a sorvegliare un’area privata sia che si tratti di un’azienda, la normativa europea dispone che gli interessati debbano essere consapevoli del fatto che è in funzione un sistema di videosorveglianza.

Con l’entrata in vigore delle nuove linee guida cambia la modalità con cui devono essere comunicate alcune informazioni: è importante che siano accessibili e di facile comprensione.

Ti ricordo che, nell’installare telecamere sulla porta di casa, devi prestare attenzione a non inquadrare parti private non agilmente visibili da terzi, altrimenti rischi di essere denunciato per interferenza illecita nella vita privata. Non sei tenuto a esporre alcuna comunicazione che informi della presenza della telecamera.

Fai clic qui per approfondire.

Il discorso è diverso se le telecamere puntano sulla strada… Puoi installare un impianto di videosorveglianza, ma devi informare l’interessato della presenza di apparecchiature destinate alla registrazione delle immagini.

In sostanza tu sei Titolare del trattamento e sei obbligato a produrre un segnale di primo livello, ben visibile anche in assenza di luce e posizionato all’altezza degli occhi dell’interessato in modo che possa vederlo prima di entrare nell’area sorvegliata, e un’informativa di secondo livello per l’approfondimento.

Sul segnale di primo livello vanno indicati i seguenti campi, cui aggiungere le informazioni specifiche:

La registrazione è effettuata da:
Dettagli di contatto:
DPO:
Dettagli di contatto:
Le immagini saranno conservate per un periodo di:
Finalità della videosorveglianza:
Trasmissione di dati a terzi, in particolare se ubicati al di fuori dell’UE:

Alla parte testuale è opportuno abbinare icone per facilitare la comprensione dei segnali che fanno riferimento alla telecamera, alla durata di conservazione delle registrazioni, al collegamento con le forze dell'ordine.

In calce vanno indicati i diritti dell’interessato e le fonti dove reperire le informazioni di secondo livello, che dovrebbero essere facilmente disponibili anche in formato cartaceo.

Diritti dell'interessato: Come interessato al trattamento puoi rivolgerti al Titolare (i cui contatti sono riportati in apertura del presente cartello) per esercitare i diritti di accesso e cancellazione previsti dall’articolo 15 del GDPR 2016/679.


Ulteriori informazioni sono disponibili: 
(fornire un riferimento a una fonte digitale ad esempio, un codice QR o un indirizzo web.)

L’informativa di secondo livello deve essere disponibile sia in formato cartaceo, reperibile presso uno sportello o una reception, sia in digitale sotto forma di link o QR code.

Cos’è l’informativa di secondo livello?

La nota informativa di secondo livello è un documento dove sono elencate le informazioni inerenti i dati di contatto del titolare del trattamento, le finalità del trattamento e la base giuridica, i destinatari, il periodo di conservazione delle immagini registrate e i diritti dell’interessato.

Deve essere redatta in forma cartacea e tenuta a disposizione dell’interessato presso un punto di accesso, possibilmente posizionato prima delle apparecchiature.

La versione digitale può essere inserita in una pagina web, facilmente visionabile tramite link o un codice QR. Ci sono numerose piattaforme in rete, dove puoi generare gratuitamente il tuo QR Code, devi solo scegliere quella più comoda alle tue esigenze.

Fai clic qui per prendere visione di un fac-simile di nota informativa di secondo livello.

Scarica l'opuscolo in PDF.

Se ti è stato utile questo articolo condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sull’esclusivo servizio di portierato e guardiania virtuale che svolgiamo in Tele-presenza, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

";s:20:"text_selected_editor";s:7:"tinymce";s:5:"autop";b:1;s:12:"_sow_form_id";s:32:"102741715862b026dacf511826978242";s:19:"_sow_form_timestamp";s:13:"1675676696878";s:11:"panels_info";a:6:{s:5:"class";s:31:"SiteOrigin_Widget_Editor_Widget";s:4:"grid";i:0;s:4:"cell";i:0;s:2:"id";i:1;s:9:"widget_id";s:36:"6256505a-9557-484e-a452-7d658c7eb106";s:5:"style";a:4:{s:27:"background_image_attachment";b:0;s:18:"background_display";s:4:"tile";s:21:"background_image_size";s:4:"full";s:16:"border_thickness";s:3:"1px";}}s:22:"so_sidebar_emulator_id";s:21:"sow-editor-1685910001";s:11:"option_name";s:17:"widget_sow-editor";}i:2;a:7:{s:5:"title";s:38:"Compila il modulo e invia la richiesta";s:7:"form_id";i:7213;s:10:"show_title";b:0;s:9:"show_desc";b:0;s:22:"so_sidebar_emulator_id";s:25:"wpforms-widget-1685910002";s:11:"option_name";s:21:"widget_wpforms-widget";s:11:"panels_info";a:7:{s:5:"class";s:14:"WPForms_Widget";s:3:"raw";b:0;s:4:"grid";i:0;s:4:"cell";i:0;s:2:"id";i:2;s:9:"widget_id";s:36:"119b0e1b-9c80-4c3d-93dc-b59dc2d8a6e2";s:5:"style";a:2:{s:27:"background_image_attachment";b:0;s:18:"background_display";s:4:"tile";}}}}s:5:"grids";a:1:{i:0;a:4:{s:5:"cells";i:1;s:5:"style";a:3:{s:27:"background_image_attachment";b:0;s:18:"background_display";s:4:"tile";s:14:"cell_alignment";s:10:"flex-start";}s:5:"ratio";i:1;s:15:"ratio_direction";s:5:"right";}}s:10:"grid_cells";a:1:{i:0;a:4:{s:4:"grid";i:0;s:5:"index";i:0;s:6:"weight";i:1;s:5:"style";a:0:{}}}} ) [_metaseo_metatitle] => Array ( [0] => Cartello della videosorveglianza conforme alle linee guida ) [_metaseo_metadesc] => Array ( [0] => Con l’entrata in vigore delle nuove linee guida cambia la modalità con cui devono essere comunicate alcune informazioni, vediamo insieme... ) [_metaseo_metaspecific_keywords] => Array ( [0] => Cosa deve contenere il cartello della videosorveglianza per essere conforme alle nuove linee guida?, Cos’è l’informativa di secondo livello?, come vanno comunicate le informazioni sul cartello di videosorveglianza? ) [_metaseo_metakeywords] => Array ( [0] => Cosa deve contenere il cartello della videosorveglianza per essere conforme alle nuove linee guida?, Cos’è l’informativa di secondo livello?, come vanno comunicate le informazioni sul cartello di videosorveglianza? ) [_metaseo_metaopengraph-title] => Array ( [0] => Cartello della videosorveglianza conforme alle linee guida ) [_metaseo_metaopengraph-desc] => Array ( [0] => Con l’entrata in vigore delle nuove linee guida cambia la modalità con cui devono essere comunicate alcune informazioni, vediamo insieme... ) [_metaseo_metaopengraph-image] => Array ( [0] => https://www.borsecurity.it/wp-content/uploads/2022/06/Cosa-deve-contenere-il-cartello-della-videosorveglianza-per-essere-conforme-alle-nuove-linee-guida.jpg ) [_metaseo_metatwitter-title] => Array ( [0] => Cartello della videosorveglianza conforme alle linee guida ) [_metaseo_metatwitter-desc] => Array ( [0] => Con l’entrata in vigore delle nuove linee guida cambia la modalità con cui devono essere comunicate alcune informazioni, vediamo insieme... ) [_metaseo_metatwitter-image] => Array ( [0] => https://www.borsecurity.it/wp-content/uploads/2022/06/Cosa-deve-contenere-il-cartello-della-videosorveglianza-per-essere-conforme-alle-nuove-linee-guida.jpg ) [wp_metaseo_seoscore] => Array ( [0] => 88 ) [_oembed_673c2164dc795ad267e0df7dfdd510ff] => Array ( [0] =>
Limiti della Videosorveglianza
) [_oembed_time_673c2164dc795ad267e0df7dfdd510ff] => Array ( [0] => 1655712111 ) [_oembed_b7acc3bcda820465a897baa70686ce42] => Array ( [0] =>
C’è bisogno di autorizzazione per installare le telecamere private?
) [_oembed_time_b7acc3bcda820465a897baa70686ce42] => Array ( [0] => 1655712111 ) [_bsf_article_image] => Array ( [0] => https://www.borsecurity.it/wp-content/uploads/2022/06/Cosa-deve-contenere-il-cartello-della-videosorveglianza-per-essere-conforme-alle-nuove-linee-guida.jpg ) [_bsf_article_name] => Array ( [0] => Cosa deve contenere il cartello della videosorveglianza per essere conforme alle nuove linee guida? ) [_bsf_article_desc] => Array ( [0] => Con l’entrata in vigore delle nuove linee guida cambia la modalità con cui devono essere comunicate alcune informazioni, vediamo insieme... ) [_bsf_article_author] => Array ( [0] => Carmelina Moccia ) [_bsf_article_publisher] => Array ( [0] => BOR ) [_bsf_article_publisher_logo] => Array ( [0] => https://www.borsecurity.it/wp-content/uploads/2020/01/cropped-logo-bor-nero.jpg ) [_blfe_post_views] => Array ( [0] => 885 ) [tpg-post-view-count] => Array ( [0] => 516 ) [_eael_post_view_count] => Array ( [0] => 1583 ) )
error: Content is protected !!